Paleo dieta ricca di carboidrati? Ma allora…

Ebbene si, l antica formula della dieta Paleo, prevedeva anche  il consumo di carboidrati tra gli abitanti delle caverne, poiché la piantagione del loro territorio era comunque  ricca in amidi e zuccheri.

Rapportata ai giorni nostri, verrebbe quindi messa in discussione poiché questo modello alimentare diffuso quanto controverso, è basata principalmente sul consumo di carni e  pesce, ed ovviamente dal nome si capisce che il suo avvento  sortì prima della capacità contadina nella  lavorazione della terra; circa 10,000 anni prima, nel periodo Paleolitico appunto.

Quindi sotto quale luce ritenere questa dieta delle caverne essenziale e priva di carboidrati come i loro estimatori sostengono? 

Facciamo chiarezza, poiché è vero che gli agresti ed i contadini raffinarono la coltivazione della terra, ma è anche vero che alimenti ricchi di zuccheri sono sempre esistiti, compresi i cereali di cui si nutrivano abbondantemente, queste le notizie anche della rivista Scienze e da uno studio di settore condotto dall’Università di Witwatersrand, in Sudafrica e quindi a partire da questo articolo pubblicato sul Guardian si va ad avvalorare la tesi che la dieta Paleo, di cavernicolo ha veramente poco, poiché già consumatori  di alimenti a base di amidi, anche perché il rilevamento di utensili utilizzati per l’estrazione delle piante dal terreno non lascia dubbi a tal proposito.