Aprire i barattoli…la prova del nove del benessere mentale.

Tenere allenati i muscoli delle mani, sembrerebbe avere una forte correlazione con il nostro stato di benessere generale. Tanto più la loro  forza prensile è attiva, minore sarà il rischio di anticipare patologie quali la demenza senile in età avanzata.

Alleniamo quindi questo importante organo tenendolo sempre elastico con degli esercizi specifici

Quali?

  • Palline di gomma antistress
  • Pinza di quelle apri-chiudi con un molla di resistenza all interno
  • Pistoni a molla
  • Paste modellabili da maneggiare ed in commercio se ne trovano di vari tipi più o meno dure in base alla necessità di contrazione.

Tra i rimedi casalinghi più congeniali c’è quello forse più temuto da chi è carente di energia…aprire i barattoli, sollevare una caraffa piena e spostare il bollitore da un fornello all’altro. Piccoli gesti che però col tempo daranno i loro frutti migliorando presa e circolazione sanguigna e risposta cognitiva rinnovata.

Un po di statistiche? 

Si è dimostrato che la forza  delle mani durante la  presa su un soggetto sano di 30 anni è pari a 40 kg, ma quando si perdono  5 kg di forza nella presa, il rischio di andare incontro a disturbi cognitivi aumenta del 18%!

Il Journal Clinical Interventions in Aging conferma anche  la tesi che una buona presa, attenta e reattiva è anche sinonimo di riduzione  oltre che di problemi  cognitivi, anche di quelli scheletrici, diminuendo il rischio di osteoporosi e fratture dovute (come conseguenza) anche a cadute frequenti

Nei muscoli, la perdita di resistenza agli sforzi, avviene dopo i 40 anni,  quando il declino si affaccia con segnali di debolezza, stanchezza, perdita di equilibrio e spossatezza generale, quindi per non arrivare a 70 anni completamente fiacchi ed intorpiditi, cominciamo da questo giro di boa a prenderci cura delle nostre articolazioni.