Colesterolo alto: cosa è e come combatterlo

Il colesterolo alto, una patologia da non sottovalutare per nessun motivo. Infatti, secondo l’Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri, un terzo degli italiani soffre di ipercolesterolemia (=colesterolo alto) e  40% dei casi, non ne è consapevole.

Essere consapevole di avere o meno il colesterolo alto è importante perchè da questa patologia possono derivare conseguenze, a volte fatali. In questo articolo cercheremo di capire insieme cos’è il colesterolo e cosa possiamo fare per mantenerlo entro certi standard considerati sicuri.

Cos’è il colesterolo alto o ipercolesterolemia

Il colesterolo è una sostanza grassa prodotta naturalmente dal fegato e messa in circolo nel sangue. 

Il colesterolo è importante per svolgere molte funzioni del nostro organismo. Innanzitutto, il colesterolo è coinvolto nei processi digestivi in quanto partecipa alla produzione dei sali biliari, inoltre, partecipa anche alla sintesi della vitamina D e favorisce la costruzione della parete cellulare. Infine è responsabile della produzioni di sostanze essenziali all’organismo, come il cortisone e gli ormoni sessuali.

La gran parte del colesterolo viene autoprodotto dal nostro organismi, mentre un’altra parte viene introdotta nel corpo attraverso la dieta, quindi, attraverso l’assunzione di determinati cibi, più o meno grassi. Se i valori del colesterolo nel sangue superano un certo livello, questo, a lungo andare, può provocare danni, a volte irreparabili, al nostro organismo.

I cibi da evitare

Tuttavia, non bisogna andare in panico e pensare che se si soffre di colesterolo alto non ci sono rimedi e con il tempo si è destinati a stare male. Il rimedio principale viene proprio dalla dieta. Basta seguire le indicazioni della dieta mediterranea per fare in modo che i nostri indici di colesterolo non si alzino.

Ecco un elenco di cibi da evitare o da consumare con moderazione:

  • Carboidrati e zuccheri non devono superare il 10% delle totale delle calorie assunte con la dieta. E’ quindi importante cercare di limitare il consumo di pane, pasta, pizza e qualsiasi tipo di dolci. Attenzione anche alla frutta ipercalorica come la banana, il cocco, il frutto della passione ecc…
  • Formaggi grassi: bisogna cercare di limitare i formaggi particolarmente  grassi, preferendo quelli magri come la ricotta, la feta, lo stracchino, il mascarpone.
  • Salumi, insaccati, carne rossa e grassa sono una delle cause più comuni del colesterolo alto. Cercate di limitare il consumo di carne, specie quella rossa, mangiate carne solo una volta a settimana.
  • Sono assolutamente da evitare cibi venduti come cibi light che contengono la margarina al posto del burro o quelli che contengono grassi idrogenati, in quanto ricchi di colesterolo.

Attività fisica come rimedio per il colesterolo alto

Il legame tra colesterolo e attività fisica è ormai dimostrato da anni da diversi studi e svariati esperimenti. Infatti, tra i fattori di rischio per il colesterolo alto, vi è proprio la sedentarietà.

L’attività aerobica costante, aumenta i livelli di colesterolo HDL (quello buono) dal 3 al 9%.

Per avere degli effetti garantiti ed efficaci sui livelli di colesterolo, è però necessario allenarsi tutti i giorni per almeno mezz’ora al giorno, anche ad intensità moderata o bassa.  Basta semplicemente camminare o fare una passeggiata a passo veloce, una corsetta per avere grandi miglioramenti con sforzi piuttosto bassi.