Mangiare kefir tutti i giorni: ecco cosa può accadere

Il kefir è una bevanda ottenuta tramite la fermentazione del latte, ed è altamente ricca di fermenti lattici,. Il kefir ha origine nel Caucaso, ma è ormai ampiamente diffuso in tutto il mondo, anche in Italia, ma può pure essere preparato in casa. Esistono varie tipologie di fermentazione del kefir, a seconda di quella impiegata, questo prodotto può presentare anidride carbonica e alcool. La loro presenza è dovuta ai processi fermentativi ad opera dei lieviti. Il kefir tradizionale è preparato utilizzando del latte fresco di pecora, di capra, o di vacca, al quale vengono aggiunti dei fermenti o granuli di kefir. Questi granuli sono formati da un polisaccaride noto come kefiran che ospita colonie batteriche prevalentemente mesofili. Ma cosa succede a chi mangia kefir tutti i giorni?

Cos’è il kefir?

Il kefir è molto simile allo yogurt bianco, ma ha un sapore meno acidulo. La sua consistenza è fluida e cremosa, il suo colore è bianco o tendente al giallo paglierino, in base al latte impiegato. Viene spesso impiegato per trattare problemi digestivi, migliorare la salute delle ossa e combattere le infezioni batteriche. E’ un prodotto del tutto naturale che apporta numerosi benefici al nostro corpo. Inoltre, è un’ottima alternativa per coloro che sono intolleranti al lattosio. Può essere bevuto al naturale ma può anche essere impiegato in cucina per la creazione di dolci, salse, dessert al cucchiaio. Il kefir può essere mangiato anche da chi è intollerante al lattosio, perché è ricco di beta-galattosidasi, degli enzimi responsabili della digestione del lattosio. Inoltre, il kefir, è povero di lattosio dato che nel corso della fermentazione se ne idrolizzata circa il 30%.

I benefici del kefir

Chi inserisce il kefir nella propria dieta e inizia a mangiarlo tutti i giorni ottiene diversi benefici:

  1. Stimola il sistema immunitario

Grazie alla presenza di diversi principi attivi, tra cui la biotina e l’acido folico, l’assunzione del kefir, aiuta a sostenere il sistema immunitario e protegge le cellule dai vari danni a cui sono sottoposte.

  1. Mantiene in salute le ossa e previene l’osteoporosi

L’osteoporosi è una patologia che causa il deterioramento delle ossa per via di una carenza o malassorbimento di calcio. Il kefir aiuta a prevenire questa malattia, grazie alla presenza di calcio, vitamina K, fosforo e magnesio.

  1. Migliora la digestione

Il kefir favorisce l’equilibrio intestinale, migliora la digestione e facilita l’assimilazione dei nutrienti.

  1. Anticancerogeno

Il kefir contrasta la crescita delle cellule tumorali, tuttavia sono ancora in corso studi per determinare la veridicità di questo effetto.

  1. Fa dimagrire

La flora batterica non solo favorisce la digestione, ma sintetizza anche alcune vitamine come la vitamina K e le vitamine del gruppo B. Un malassorbimento dei nutrienti e infiammazioni aumentano il rischio di obesità. Il kefir è un buon alleato per contrastare l’aumento di peso. Inoltre, il kefiran riduce la pressione sanguigna e abbassa i livelli di colesterolo nel sangue.

  1. Migliora l’aspetto della pelle

L’utilizzo del kefir previene e contrasta l’acne, la psoriasi e l’eczema.