I carciofi si possono congelare? Ecco la risposta

Fruit and vegetables stall in a Venetian boat, Italy

I carciofi sono un ingrediente fondamentale per molte ricette e fanno anche molto bene alla salute. Per chi non ama pulirli prima di cucinarli, l’ideale sarebbe acquistarne un bel po’ e poi conservarli per tutte le volte che ci servono. Congelare i carciofi sembrerebbe essere il modo migliore per averne una scarta sempre pronta per l’uso. Ma i carciofi si possono congelare? All’interno di questo articolo risponderemo a questa e altre domande.

Come congelare i carciofi

Per congelare i carciofi, prendete una ciotola di medio grandi dimensioni e riempitela con acqua fredda e succo di limone in cui immergere i carciofi dopo averli puliti, in questo modo non anneriranno. La prima cosa da fare è rimuovere i gambi, tagliandoli e eliminando la parte più dura, pelateli e metteteli dentro la bacinella. A questo punto potete dedicarvi alle teste dei carciofieliminando le foglie esterne più dure. Se li mangerete interi, dovrete allargarli leggermente per poter eliminare la “barba” interna che si trova al centro. Se, invece, desiderate usarli a fettine dovrete tagliarli a metà, poi a spicchi e infine potrete eliminare più facilmente la barbetta. Quando avrete finito, fate bollire una pentola d’acqua salata e sbollentate i carciofi e i loro gambi per circa due o cinque minuti. Potrete poi scolarli e una volta raffreddati potrete metterli ben distanziati tra loro su un vassoio in freezer. Trascorsa una notte intera potrete raggruppare i carciofi e metterli nei sacchetti alimentari. Grazie a questa tecnica non si attaccheranno fra loro.

Come utilizzare i carciofi congelati

Per recuperare i carciofi congelati, basta tirarli fuori dal freezer e metterli a bollire in pentola. Dopo di che potranno essere cucinati in tanti modi: possono essere fatti rosolare con l’olio e il soffritto di un risotto, immergeteli in pastella prima di friggerli, oppure finite di cuocerli al vapore o bolliti e conditeli con olio, pepe e prezzemolo. Se usate quelli interi da fare ripieni, aspettate qualche minuto dopo lo scongelamento, in modo da allargare le foglie per condirli: un’alternativa può essere congelare i carciofi già con il loro ripieno e il loro condimento.

Proprietà e benefici dei carciofi

I carciofi sono ricchi di potassio e sali di ferro. Al loro interno è presente un principio attivo, la cinarina, che facilita la diuresi e la secrezione biliare. I carciofi provocano un aumento del flusso biliare e sono molto indicati nella dieta dei diabetici, sono infatti considerati protettori indiscussi del fegato. Con le foglie di carciofo si può preparare un infuso che è davvero miracoloso poiché stimola la diuresi ed elimina le tossine. Il suo sapore è molto amaro, ma il beneficio è assicurato. I carciofi sono anche tra gli alimenti con il più alto contenuto di fibre, utili quindi per la regolarità intestinale. Il carciofo è un alimento che ha effetto positivo anche sul sistema cardiocircolatorio, in quanto si tratta di un alimento ipocolesterolemizzante. Prima di comprare dei carciofi dovrete controllare che siano sodi e senza macchie. Per riconoscerne la freschezza, afferratelo con indice e pollice, premendo: se i carciofi non si appiattiscono, allora significa che siano freschi.