Rimedi naturali contro i calabroni. Ecco quali funzionano

Non è un avvenimento raro la puntura degli insetti, sopratutto nella bella stagione. I calabroni fanno parte del genere vespa e si cibano di figliame e linfa di alberi, ma sono anche cacciatori di altri insetti più piccoli come le mosche.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
LovePet Dent, l'igiene orale di cane e gatto adesso è semplice e sicura

Sono degli insetti ritenuti nocivi, nonostante non siano aggressivi e in genere non pungono l’uomo, a meno che non siano provocati. I calabroni sono gli insetti più grandi appartenenti alla famiglia degli imenotteri e arrivano anche a 5 centimetri di lunghezza.

Rimedi naturali per allontanati i calabroni

  • Il caffè ha un odore sgradevole per i calabroni, così come per altri insetti come per le zanzare. Possiamo bruciarne un pò in un contenitore ed i fastidiosi insetti si allontaneranno.
  • La naftalina serve anche come rimedio contro i calabroni. Posizionandolo sulle finestre aiuterà a tenerli lontani. Attenzione però agli animali domestici che teniamo in casa!
  • L’aglio è una pianta che emano un intenso profumo e che vanta proprietà repellenti per gli insetti. Piantarli in abbondanza nel nostro giardino può essere un buon rimedio anche contro i calabroni. Calabroni e vespe possono essere combattute anche con l’assenzio romano. Se lo piantiamo nei vasi diventa una vera e propria barriera naturale contro questi odiosi insetti.

Esistono anche degli spray da spruzzare sulla pelle e che serviranno a tenere lontani i calabroni. L’olio essenziale di menta è uno di questi. Anche la lavanda ha un odore abbastanza sgradevole per gli insetti.

Altri consigli per evitare la puntura di calabroni

Per prevenire la puntura dei calabroni è buona norma prendere delle precauzioni, specialmente quando ci rechiamo in un ambiente con la presenza di questi insetti.

  • Evitare di indossare abiti colorati che potrebbero attirare l’attenzione degli insetti
  • Evitare profumi per il corpo troppo dolci
  • Evitare di schiacciare l’insetto perchè può diventare aggressivo
  • Quando vediamo un calabrone è bene non agitarsi

In caso di puntura di un calabrone

Se siamo stati punti da un calabrone, è necessario prestare attenzione e nel caso anche chiedere l’aiuto al nostro medico curante. Come rimedi naturali per trattare la puntura di calabrone possiamo citare il bicarbinato di sodio che dobbiamo sciogliere in poca acqua e spalmare nella zona della puntura. Anche l’aceto è un ottimo disinfettante naturale. Strofinato sulla zona in cui siamo stati punti aiutandoci con un batuffolo di cotone, ci aiuterà a ridurre il gonfiore provocato dalla puntura e allo stesso tempo farà da disinfettante. Deve prestare particolare attenzione chi è allergico: la puntura di calabrone in questo caso può portare a dei sintomi più o meno gravi, con il rischio di andare incontro ad uno shock anafilattico.

Curiosità sui calabroni

Il calabrone gigante asiatico è la specie di calabrone più grande del mondo. Il suo corpo è lungo circa 50 mm e un’apertura aleare di 76 mm. Le regine possono raggiungere una lunghezza di 55 mm.

Il gruccione è un uccello colorato che si ciba di insetti, tra cui anche dei calabroni. Quando scopre un nido di questi insetti, lo distrugge in poco tempo e uccide tutti gli esemplari presenti.

Come succede per le api, anche i maschi dei calabroni hanno il compito di accoppiarsi con la regina. Ma ai calabroni accade che subito dopo muoiono.