Perchè il coniglio ha un cattivo odore?

L’animale domestico è ormai considerato al pari di un principe. Coccolato e viziato, è diventato ormai un membro della famiglia negli ultimi anni, quasi il padrone a capotavola. È diventato così un amico, un familiare che prende sempre più spazio nella nostra casa. E se abbiamo un giardino, diventa così anche una sorta di proprietario terriero dove poter mettere radici. Ma, ovviamente, l’animale deve avere almeno una base di pulizia e igiene. Se il gatto ha un’igiene tutta propria, il cane alterna fasi da…sporcaccione a fasi di assoluta morbidezza quando si lascia andare, si fa coccolare e si fa insaponare dalla testa ai piedi. Ma per tutti gli altri animali il problema c’è. Possiamo lavare un criceto? Possiamo migliorare l’igiene del nostro coniglio? Questo è un grande dilemma, anche perché il coniglio…può puzzare.

Coniglio, perché odori di olezzo?

Il coniglio dunque può puzzare… da vivo, e ci mancherebbe altro. Non pensiamo mai di dover cucinarlo, dunque se parliamo di coniglio ne parliamo solo come essere che vive e ci dà un po’ di compagnia e affetto. E quello che notiamo, spesso, è che il nostro coniglio non ha proprio un grandissimo odore. Non odora di mughetto, non odora di malva, ma spesso ha un odore di pelo che non si sopporta tanto facilmente e a buon mercato.

Perché il coniglio non ha un buon odore?

Il coniglio per sua natura non è un animale che, se va in giro, si mantiene intatto. Bruca, gira, va nell’erba e nel fango, rientrando poi in condizioni non ottimali. E di certo, non possiamo lavarlo come un cane ogni settimana. Non è nella sua natura e forse non è nemmeno nella nostra. Partiamo a vedere i vari casi per il coniglio. Ovviamente, non parliamo di animali che puzzano a prescindere, non sono delle puzzole, né tanto meno delle cimici da pomodoro. Annusando il coniglio possiamo sentire qualcosa, ma mai odori fortissimi di base: se questi avvengono, vuol dire che il nostro animale ha qualcosa che proprio non va, dunque conviene portarlo immediatamente dal veterinario e togliere ogni dubbio, per puro scrupolo.

Uso degli strumenti

Il coniglio potrebbe non avere un grande odore perché non puliamo la sua lettiera. Considerazione elementare, ma se il coniglio urina e fa le feci nello stesso punto dove si adagia, è chiaro che a livello di igiene non va a guadagnarci. Proprio per questo, dobbiamo essere noi stessi a consegnare al consiglio un ambiente sterilizzato, senza problemi di igiene e questo vale sia per la gabbia che per la sua lettiera. Puliamola per bene e, se possibile, utilizziamo dell’aceto bianco o di mele che possiamo trovare tranquillamente in un supermercato: in questo modo diamo anche un tocco in più e combattiamo notevolmente quell’odore stantio che potrebbe persistere. In particolare, un altro elemento importante affinché il coniglio non puzzi è il fatto di non…mischiarlo insieme ad altri animali. L’igiene di una gallina o di un gatto, infatti, è ben diversa da quella di un coniglio, dunque non tentiamo esperimenti sociologici.