Dare le medicine al cane: ecco come fare e quali trucchi usare

Se hai un cane, probabilmente arriverà il momento in cui dovrai dargli delle medicine in autonomia. Non tutte le cure veterinarie sono somministrabili con iniezioni o con qualcosa di diverso dalle compresse, e non è sempre possibile andare dal veterinario – in alcuni casi sarebbe necessario più volte al giorno – per somministrare delle medicine al proprio cane. Bisogna armarsi di pazienza e fantasia e avere un po’ di determinazione e di tenacia. Le medicine spesso hanno un odore poco gradevole, che per i cani è ancora più forte visto l’olfatto più potente del nostro, e serve approfittare di un attimo di distrazione del cane o di un piccolo inganno affinché la cura prosegua com’è necessario che sia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
LovePet Dent, l'igiene orale di cane e gatto adesso è semplice e sicura

Dare le medicine al cane: ecco come fare e quali trucchi usare

Se hai necessità di dare una pillola al tuo cane, il primo trucco da usare è quello di camuffare il medicinale in del cibo saporito, che puoi dare una volta tanto al tuo amico. Nascondere le pillole in una fetta di prosciutto, in macinato di carne cruda, o ancora in del formaggio molle (Sottiletta o Philadelphia) è il metodo più semplice per far sì che il tuo cane prenda la medicina senza fare troppe storie. Se il metodo funzionerà, buon per te! Hai risolto il problema nella maniera più semplice possibile. Può capitare, però, che il cane riesca a scartare la pillola, e a sputarla, oppure ancora rifiuti il bocconcino perché percepisce la presenza di qualcosa di anomalo.

In questo caso avete altri tentativi di camuffamento a disposizione: la compressa può essere inserita in appositi bocconcini nascondi-pillola per cani in vendita nei negozi veterinari oppure all’interno della ciotola di umido o di cibo particolarmente odoroso, ma è possibile ancora che il cane “scarti” la medicina. Se la compressa è una capsula, oppure può essere polverizzata (chiedete al veterinario e consultate il foglietto illustrativo, non fatelo mai con medicinali a lento rilascio), potete provare a mescolare il contenuto del medicinale al cibo.

Un’altra strada è quella di sfruttare l’interesse del cane per i premi e gli snack. Potete provare a dare il medicinale alternando il bocconcino medicato a due bocconcini normali: prima un bocconcino semplice che metta il cane in disposizione positiva, poi quello medicato, infine un altro semplice per premiarlo e alleviare il sapore sgradevole della medicina. Se avete un cane particolarmente curioso, potreste provare ad ingannarlo. Spargete delle briciole di cibo per terra dal vostro tavolo, e attendete che provi interesse. Poi sottraete il cibo e lasciate cadere, invece, la medicina dal tavolo, sperando che il cane stavolta voglia battervi sul tempo e prendere ciò che vi è caduto. Nel momento in cui proverete a togliergli la pillola, questo dovrebbe indurlo a inghiottirla.

Se nessuno dei metodi elencati finora funziona, resta lo spingere la pillola nelle fauci del cane. È una manovra non complicata, che richiede però attenzione e confidenza con il cane. Con la vostra mano non dominante dovrete aprire leggermente la bocca del cane, infilando pollice e indice ai lati e spingendo le labbra sotto i denti del cane: in questo modo non morderà perché si farà male. Poi con l’altra mano appoggiate la pillola quanto più in fondo possibile sulla lingua del cane, e richiudete la bocca. Quando il cane avrà deglutito, la pillola dovrebbe essere andata giù.

Un metodo simile può essere utilizzato per medicinali liquidi non gradevoli al palato. Serve munirsi di una siringa priva di ago, e infilare il beccuccio dietro il canino del cane, dove si crea un leggero spazio verso la lingua. Ricordate di non “sparare” il medicinale ma di spingerlo lentamente, in modo da evitare che gli vada storto, rischiando possibili danni ai polmoni.