Come bisogna mangiare la patata per abbassare l’indice glicemico? Incredibile risposta

Come si mangia la patata per abbassare l’indice glicemico? Bisogna anzitutto bollire la patata in acqua calda superiore ai 70 gradi. Quando è cotta si fa raffreddare. Solo quando si è ben raffreddata va spellata e tagliata a tocchetti. A questo punto si condisce con dell’olio extra vergine di oliva. Ecco un piatto di patate che fa bene al diabetico. Quando la patata si raffredda, infatti, le sue molecole si riassociano e ripristinano una struttura rigida e più difficile da assimilare. L’ijdice glicemico delle patate varia fra 65 e 95. Hanno quello maggiore quando vengono fatte al forno. Mangiandole fredde accade che  l’amido che le compone diventa meno solubile e meno disponibile. In questo modo si abbassa l’indice glicemico con un minor impatto sui livelli di glicemia.

Quali cibi possiedono un basso indice glicemico? Gli alimenti che dopo la cottura aumentano di volume hanno un indice glicemico alto. Possiedono un indice glicemico basso: zucchine, avocado, zenzero, spinaci, sedano, ravanello, ribes nero, rabarbaro, porri, pinoli, pistacchio, peperoni, pesto alla genovese, olive, peperoncino, noci, nocciola, mandorla, insalata, indivia, finocchi, cipolla, cetriolo, cavolo, broccoli, bietola, asparagi.

Quali cibi hanno un elevato indice glicemico? Tra gli alimenti con un alto indice glicemico si segnalano: anguria, carota cotta, zucca, bevande energetiche alla frutta, gallette, caramelle, cioccolato al latte, cornetto con crema pasticciera, coca cola, glucosio.

Quali sono i benefici della patata? La patata aiuta a dimagrire, riduce e calma lo stress, calma le infiammazioni, migliora le funzioni celebrali, previene la formazione di calcoli renali, protegge l’apparato digerente. Ed ancora la patata stimola l’attività intestinale, svolge un notevole effetto saziante, favorisce la diuresi, purifica l’intestino, elimina le tossine. La patata aiuta il sonno, calma la tosse, protegge dall’azione dei radicali liberi.