Attenzione, ecco perchè non devi mangiare più di tre banane al giorno

Poche tipologie di frutta sono così riconoscibili e distinguibili a partire dalla forma come la banana, che trova le sue origini in Africa ma che dal 16° secolo ha trovato diffusione in praticamente ogni parte del mondo.

Quelle che conosciamo come banane rappresentano le bacche di due tipologie di pianta, la Musa acuminata e Musa balbisiana, due tra le piante erbacee dotate di fiori più grandi al mondo. La diffusione di questi frutti è stata particolarmente importante dalla seconda metà del 20° secolo, al punto che oramai non è più considerata “esotica” ma oramai pienamente accettata tra la frutta tradizionale.

Proprietà

Spesso è indicata come un frutto particolarmente adatto all’attività sportiva, agonistica, oppure ad un lavoro fisico particolarmente intenso. Gran parte della sua composizione è formata da acqua, carboidrati e zuccheri solubili, oltre ad una discreta percentule di fibre. Importante anche il contenuto di sali minerali come ferro, magnesio, manganese, fosforo sodio e sopratutto potassio. Interessante anche l’apporto di vitamine, nello specifico provitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B, tra cui B1, B2 e B6.

Gli effetti benefici sono vari: dal sistema circolatorio, a quello digestivo. Ma quante banane è consigliabile mangiare ogni giorno?

Attenzione, ecco perchè non devi mangiare più di tre banane al giorno

Chi fa vita sedentaria dovrebbe non consumare più di 1-2 banane al giorno a causa di un apporto calorico non ridotto (90 calorie per 100 grammi di frutto), e gli zuccheri contenuti, seppur “naturali” non sono particolarmente indicati per chi soffre di glicemia alta. Inoltre l’apporto di potassio può creare problemi di intolleranza, nonchè di iperkaliemia, ossia una sorta di intossicazione causata dall’eccesso di potassio che resta un metallo che se presente in quantità eccessive, causa problemi al sistema circolatorio ed al sistema muscolare.

Per chi fa molto sport/attività faticosa 3 banane al giorno rappresentano un limite accettabile.