Allerta patate in tutta Italia: ecco cosa può accadere se…

Le patate da secoli hanno conquistato i palati di (quasi) tutti, grazie ad un’incredibile duttilità in fase di preparazione ed utilizzo in qualsiasi contesto gastronomico. Oggi le patate sono coltivate con successo in tutto il mondo, e rappresentano la “base” di molti piatti caratteristici (basti pensare agli gnocchi, o le patatine fritte). Può sembrare strano che fino a non troppi secoli fa questo tubero non godeva di una nomea così favorevole.

Storia del tubero

Dal punto di vista botanico le patate arrivano dal sud America. precisamente dalle Ande, dove era coltivata e consumata dalle popolazioni locali. Furono i conquistadores spagnoli a portarla in Europa, ed a renderla disponibile in primo luogo nei territori sotto il controllo spagnolo. Per molti anni la patata non è stata vista di buon occhio a causa delle difficoltà iniziali in fase di coltivazione nel vecchio continente e all’aspetto dei tuberi, considerati poco adatti all’alimentazione umana.

Solo a partire dal 17° secolo questo tubero iniziò ad essere apprezzato, sia per il minor costo ma anche per le nuove tecniche di coltivazione che hanno portato poi alla diffusione che conosciamo oggi.

Allerta patate in tutta Italia: ecco cosa può accadere se…

Dal punto di vista nutrizionale le patate sono molto importanti: i grassi sono quasi assenti mentre sono ricche di vitamine (C, A, B3, B1, B2, B6) e minerali (potassio, fosforo, calcio, magnesio, zinco, rame, ferro), mentre non contengono glutine. Risultano ricche di amido resistente, utile per la gestione dell’insulina dell’organismo. Hanno in generale un elevato potere antiossidante e utile per eliminare le tossine nell’organismo.

Il contenuto di solanina e caconina, presenti sopratutto nei tuberi germogliati, ed in quelli non cotti in modo adeguato può causare disturbi gastrointestinali e irritare l’apparato digerente dell’organismo. L’eccesso di patate può provocare anche malessere generico e mal di testa, segnali di una vera e propria intossicazione.

Inoltre il consumo di questi tuberi non è consigliato per chi soffre di diabete e dato l’apporto di calorie non indifferente non sono adatte per chi cerca un alimento con poche calorie.

patate