Il basilico fa bene o fa male alla glicemia alta? Ecco la risposta

Il basilico aiuta i diabetici. Il basilico è ricco di sostanze antiossidanti e antinfiammatorie. I suoi vantaggi includono anche il controllo della glicemia. In effetti, diversi studi hanno indagato questa proprietà. In particolare, il basilico santo può aiutare le persone con prediabete e diabete di tipo 2. Infatti, il basilico santo può ridurre i livelli di zucchero nel sangue, l’aumento di peso, il colesterolo alto, la pressione alta e la resistenza all’insulina. Tuttavia, per questo motivo, devi sempre contattare il tuo medico prima di prenderlo. Occorre infatti fare attenzione ad aggiustare il dosaggio degli ipoglicemizzanti orali se assunti con questa pianta. Il basilico va consumato con moderazione in quanto favorisce la coagulazione del sangue.

Quali alimenti aiutano a ridurre il diabete?

I pomodori sono uno degli alimenti che normalizzano i livelli di zucchero nel sangue. I pomodori infatti contengono pochissimo zucchero e quando entra nel flusso sanguigno ha un rapido effetto alcalinizzante. I pomodori contengono anche licopene, un antiossidante che combatte l’accumulo di radicali liberi. Sono i radicali liberi che aiutano a ridurre i livelli di acido urico e acido solforico derivati ​​dal metabolismo della carne. Per ottenere questo effetto equilibrante da un pomodoro, deve essere consumato fresco, condito con un filo d’olio o semplicemente arrostito in una salsa. Pertanto, la raccomandazione è di consumare 2-3 pomodori al giorno in insalata o anche salse.

Quali sono le proprietà del basilico?

100 grammi di basilico forniscono solo 23 calorie e forniscono 1.148 mg di manganese, 295 mg di potassio, 177 mg di calcio, 64 mg di magnesio, 3,17 mg di ferro e 56 mg di fosforo. Ecco perché il basilico è una vera e propria miniera di sale minerale.

Il magnesio in particolare è un minerale importante per il corretto funzionamento della circolazione sanguigna. D’altra parte, il manganese supporta l’azione di molti enzimi ed è essenziale per il funzionamento del sistema nervoso e la fertilità. Il basilico è anche ricco di vitamina A. Ci sono 264 microgrammi in 100 grammi.

Come mangiare il basilico?

Il basilico può essere consumato in diversi modi. La nostra ricetta consigliata è il pesto alla genovese. Mescolare 6 cucchiai di olio extravergine di oliva, un mazzetto di foglie di basilico fresco e 1 spicchio d’aglio privato dei germogli interni. Aggiungere 1 cucchiaio di pinoli, 4 cucchiai di parmigiano e 2 pecorini grattugiati. Continuate a mescolare e se necessario aggiungete olio extravergine di oliva. Il pesto alla genovese è il condimento perfetto da abbinare a molte paste. Allo stesso tempo è una ricetta deliziosa e facile da preparare.

Quali alimenti possono causare il diabete?

Il consiglio è di prestare molta attenzione ai frutti zuccherini. In effetti, alcuni frutti sono più ricchi di zucchero di altri. Tra questi frutti troviamo banane molto mature, ma anche meloni, uva, cachi, arance, fichi. Fai attenzione anche a conserve, uvetta e frutta disidratata. Fai attenzione ai succhi di frutta, alle barrette energetiche e alle bevande energetiche, poiché sono ricchi di zuccheri e carboidrati.